Dietologia

DIETOLOGIA

Aspetti Generali

Molte delle patologie cardiovascolari dei nostri tempi sono legate alle cattive abitudini alimentari e all’eccesso di peso corporeo. Il compito del Medico è quello di valutare e correggere tutti questi fattori di rischio, primi tra tutti il sovrappeso e l’obesità, spesso causa di ipercolesterolemia e diabete mellito. Con questa “Mission” svolgo l’attività di Consulenza Dietologica-Nutrizionale, con l’intento di indurre nel paziente una riduzione del peso in eccesso associata a una correzione dello stile di vita dal punto di vista alimentare e dell’attività fisica, così da ottenere un risultato importante e mantenerlo nel tempo.

Nella pratica ambulatoriale, partendo dalla valutazione antropometrica e metabolica, studio su ogni paziente piani alimentari con altissima personalizzazione valutando di volta in volta se introdurre percorsi ipocalorici bilanciati secondo linee guida OMS oppure protocolli di tipo VLCKD (Very Low Calorie Ketogenic Diets).

Un tempo si pensava che per dimagrire fosse necessario ridurre solamente le calorie introdotte o aumentare i dispendi energetici, ma è ormai evidente che non è proprio così.

Purtroppo, seguendo questa regola, molte persone spesso sbagliano e, benché vedano un iniziale dimagrimento, creano le basi per ingrassare, distruggendo la propria massa muscolare e riducendo il metabolismo basale.

Quando si decide di intraprendere un percorso dietetico, soprattutto se di lunga durata, è essenziale affidarsi ad una figura professionale come il Medico o il Nutrizionista per studiare bene la situazione (fisiologica e patologica) e decidere come lavorare.

Questa affermazione diventa ancor più rilevante quando si decide di intraprendere un percorso di dieta Chetogenica, per la quale il rivolgersi a un MEDICO ESPERTO è FONDAMENTALE!

La dieta chetogenica permette di ottenere risultati formidabili e viene utilizzata sia per indurre una importante e veloce perdita di peso, sia per trattare alcune patologie tra cui diabete, ipertensione, dislipidemia (ipercolesterolemia), emicrania, sindrome dell’ovaio policistico e fibromialgia.

Spesso, soprattutto per la perdita di peso, si induce chetogenesi con diete a normale contenuto di proteine e basso contenuto di carboidrati e grassi: si tratta di diete dette anche VLCKD e, per essere impostate in modo salutare, efficiente e piacevole, sfruttano l’utilizzo di “alimenti sostitutivi” (prodotti che vanno a sostituire, solitamente per brevi periodi, il “core” del pasto principale). Si procede poi con progressive reintegrazioni alimentari fino al raggiungimento dell’obiettivo di peso e a educare il paziente a una alimentazione bilanciata e salutare, con basso indice glicemico e alto contenuto di fibre e antiossidanti.

Prima Visita

È la fase più importante di un percorso di calo ponderale, nel quale si scoprono tutte le carte e si prende coscienza del problema di salute, delle difficoltà da superare e si fissa l’obiettivo. Essa comprende la valutazione anamnestica e obiettiva generale, la valutazione di un diario alimentare, antropometria e un eventuale Elettrocardiogramma a riposo, se necessario. Si valuterà anche, per la salute del paziente, di richiedere dei rapidi accertamenti ematochimici (esami del sangue). Decideremo insieme quale sarà il metodo di dieta più indicato e i tempi necessari per ottenere i risultati desiderati.

Visita di controllo

Dopo la prima visita verranno programmati i controlli, generalmente a distanza di 4-6 settimane, durante i quali si analizzeranno le criticità relative al piano alimentare impostato e si riprenderanno nuovamente le misure corporee.

In seguito ad una completa valutazione di tutti questi dati si procede alla totale rielaborazione del piano alimentare e si reimpostano gli obiettivi.

Tariffe
  • Prima visita  € 100,00
  • Visita di controllo  € 100,00

Dr. Samuele Brusatori

Una Corretta Alimentazione
Consigli per voi, e per la vostra salute

Spesso i nostri impegni lavorativi ci costringono ad alimentarci in modo irregolare, riducendo i pasti a due o tre al giorno. Questo ci porta ad avere FAME e a ricercare e introdurre cibi ipercalorici e con alto indice glicemico, da cui deriva uno stimolo eccessivo alla produzione di insulina, ormone anabolizzante che ci fa accumulare energie sotto forma di glicogeno e lipidi. Inoltre siamo portati a limitare la nostra attività fisica, non facciamo più le scale perché preferiamo l’ascensore, non camminiamo perché preferiamo la macchina. Con queste abitudini, alimentari e non, possiamo solo aspettarci un aumento di incidenza di sovrappeso, diabete, ipercolesterolemie e malattie cardiovascolari e osteoarticolari. L’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (ora Ente CREA) ha stilato un manuale che contiene le Linee Guida (aggiornamento 2018) per una sana e corretta alimentazione, che potrete consultare gratuitamente al seguente link:

FAQ

Devo portare degli esami medici per la prima visita?

Se sono stati eseguiti esami nell’ultimo anno conviene portarli in visita; dopo colloquio e valutazione clinica potrò chiedere eventuali approfondimenti.

La dieta chetogenica la possono fare tutti?

No, ci sono alcune controindicazioni (es. Diabete Tipo1, grave Insufficienza renale, grave Insufficienza Epatica) che valuterò prima di consigliare il corretto schema dietetico.

Posso fare la dieta chetogenica senza acquistare prodotti?

Dipende dagli obiettivi. Se si intraprende una dieta chetogenica per ottenere un rapido dimagramento consiglio di usare alimenti sostitutivi per ottenere un preciso apporto di nutrienti, senza carenze e senza apportare alla dieta sostanze nocive come conservanti o grassi. Se invece l’obiettivo è trattare una patologia come ad es. l’emicrania in un paziente normopeso potremo tranquillamente valutare l’utilizzo di soli alimenti freschi.

Posso acquistare i prodotti chetogenici senza fare la visita medica?

Assolutamente NO. I prodotti chetogenici sono alimenti con alto contenuto di proteine che vengono utilizzati con particolari indicazioni e sempre sotto stretto controllo medico. La loro vendita, almeno per i prodotti migliori, è vincolata da prescrizione medica come avviene per i farmaci ed il Medico Prescrittore è diretto responsabile di come questa “dietoterapia” viene utilizzata.

I prodotti chetogenici sono beveroni o polveri?

Ci sono diversi tipi di alimenti sostitutivi, si può scegliere tra prodotti in “polvere” da reidratare (bevande, budini, yogurt, crepes) ed eventualmente cucinare (es. omelette, vellutate) oppure prodotti già pronti (es. biscotti, barrette, pane proteico, crostini, snack dolci o salati).

Ogni quanto si fanno i controlli dietologici?

Per dieta chetogenica preferisco vedere il paziente mensilmente e richiedo alcuni “feedback” a distanza durante questo periodo. Per dieta ipocalorica bilanciata credo che una tempistica efficacie sia tra 30 e 45giorni, tempo superiore porta spesso a fallimento del percorso e scarsa aderenza ai protocolli.

Per la dieta perché non c'è nessuna differenza di prezzo tra prima visita e controlli?

Ogni visita medica è identica, sia la prima visita, sia i controlli. Anche ai controlli si rivaluta la clinica del paziente, l’eventuale variazione dei dati anamnestici, terapie in atto ed esami eseguiti. Si esegue sempre l’antropometria mediante esame plicometrico, si osservano le differenze con i dati precedenti e si reimposta nuovamente lo schema dietetico rielaborando completamente la dieta.

Prenota la tua visita/trattamento

Prenota ora